Close

Torta pesche e amaretti (torta persi pien)

Torta persi pien (7)

Torta persi pien (1)

L’amaretto, un sapore che non può mancare nei dolci piemontesi!

La cucina è un argomento che interessa sempre molto; non a caso in ogni conversazione che comincio si finisce poi sempre a parlare di ricette, segreti di famiglia, tradizioni culinarie. Capita anche a te? Ecco un’altra ricetta di famiglia della mia compagna di coro Imelda, svelatami generosamente durante la prova di un brano e l’altro e alla quale non ho potuto dire di no: la torta pesche e amaretti, arricchita con del cacao, è una torta particolare molto gustosa preparata senza farina e senza burro. La cottura è lenta e a bassa temperatura e la consistenza finale di questa torta assomiglia a quella di un budino. Un dolce tipico piemontese sono i Persi pien, ovvero le pesche cotte al forno e ripiene di un composto molto simile a quello di questa torta. Da qui il nome Torta Persi pien. Esiste anche la versione a composta, ottenuta facendo cuocere le pesche con dello zucchero come in una normale confettura e aggiungendo poi al composto del cacao e degli amaretti sbriciolati. Si invasa il tutto ancora bollente e si conserva sottovuoto. Puoi preparare questa torta anche in un involucro esterno di frolla, delizioso!

Torta persi pien (6)

INGREDIENTI PER UNA TORTIERA DA 20-22 CM

  • 4 pesche medie
  • 200 g di amaretti piccoli e secchi (tipo foto)
  • 5 savoiardi o fette biscottate
  • 25 g di zucchero
  • 25 g di cacao amaro in polvere (oppure 30-40 g di cacao zuccherato)
  • 1 uovo intero

 

Torta persi pien (2)

PREPARAZIONE

  1. Lava e sbuccia le pesche, dovrai sceglierne di mature, ma sode, non troppo acquose. Frullale in un mixer fino ad ottenere una polpa densa. Aggiungi gli amaretti e frulla ancora, quindi aggiungi 5 savoiardi per addensare il composto, continuando a girare.
  2. Inserisci nel composto lo zucchero, il cacao (o il cacao zuccherato) fino a che diventi scuro, poi aggiungi l’uovo.  Otterrai un composto molto morbido, piuttosto liquido. Non aggiungere farina. Se ti sembrasse eccessivamente liquido aggiungi ancora uno o due savoiardi (la consistenza dipende molto anche dalle pesche usate e dalla loro acquosità).
  3. Versa il tutto in una tortiera a cerniera imburrata e leggermente infarinata e cuoci a 180 gradi forno statico per circa 15 minuti, poi abbassa la temperatura a 150 gradi e cuocere per altri 50 minuti. Se la superficie del dolce dovesse scurirsi troppo, coprirlo con un foglio di alluminio. Al termine della cottura, lascia il dolce a riposare all’interno del forno spento per qualche ora, anche tutta la notte.
  4. Sforma e decorare con fettine sottili di pesca, amaretti sbriciolati e una spolverizzata di cacao. Se si consuma subito è possibile conservarlo a temperatura ambiente, altrimenti consiglio di conservare il dolce il frigo per qualche giorno. Freddo di frigo è ancora più goloso!

Un consiglio per te

E’ possibile preparare anche delle eleganti monoporzioni in terrina. Occorrerà ridurre i tempi di cottura (10 minuti a 180 gradi + 30 minuti a 150). Inoltre, è possibile aromatizzare la torta pesche e amaretti con del rhum. Per un tocco in più, puoi aggiungere al composto della torta, prima di infornare, delle pesche tagliate a metà.

Torta persi pien (5)

Torta persi pien (4) Torta persi pien (8) Torta persi pien (3)

Print Friendly