Close

farro

Piadina di farro con robiola fresca, olive e lattughino

piadina al farro ortoqui con lattughino (2)

Senza forno, senza lievitazione! In estate si ha poca voglia di accendere il forno, e spesso ci si ritrova senza pane in dispensa. Allora che fare? Ecco una ricetta veloce per preparare delle fragranti piadine di farro! Senza impastatrice e senza lievitazione, sono subito pronte e da cuocere in padella con un filo d’olio! Per la farcitura questa volta ho optato per qualcosa di veramente fresco ed estivo: lattughino croccante, cremosa robiola fresca e olive di Taggia sott’olio per un tocco stuzzicante, amarognolo e salino. Una proposta vegetariana a cui nessuno potrà dire di no!   Piadina di farro con […]

Leggi la ricetta

Zuppa di fagioli dell’occhio e farro dicocco

Zuppa di fagioli dell'occhio e farro dicocco - Morelli (3)

Legumi tutto l’anno, riscoprendo antichi sapori! E chi l’ha detto che i legumi si apprezzano solo in inverno? Se provi questa zuppa di fagioli dell’occhio e farro dicocco, ti saprai ricredere! Si tratta di una ricetta di ispirazione medievale preparata solo con i migliori ingredienti provenienti da agricoltura biologica. Ho voluto servire la mia zuppa tiepida in pagnotte rustiche scavate, con un filo d’olio a crudo e una spolverizzata di cannella, una spezia molto diffusa nella cucina medievale, non solo nelle preparazioni dolci, ma anche abbinata ai legumi. Qualche curiosità per te Il Medioevo è un periodo storico molto vasto che si estende, per convenzione, […]

Leggi la ricetta

Farro fave, pecorino e salame

Farro orizzontale

Il farro in una nuova, saporita declicazione Ti piace il farro? Allora provalo anche in questa versione tutta “marchigiana”! Il farro dicocco perlato è  un cereale antico coltivato nel centro Italia. In questa ricetta lo presento con una crema di fave alla menta, fave fresche, cubetti di pecorino marchigiano e salame morbido. Un tripudio di colori e sapori di stagione che adoro in questa versione “moderna”! Sono i classici ingredienti del pic nic del primo di maggio, quando si era soliti uscire dalle mura della città per vivere una giornata spensierata all’aria aperta. Nel cestino pochi, semplici piatti freddi come la crescia […]

Leggi la ricetta