Close
Patate al curry

Patate al curry vert

I vantaggi della vasocottura

La vasocottura sfrutta la rapidità della cottura a microonde e la potenza del vapore a pressione per cuocere i cibi in totale sicurezza e comodità, senza esagerare con i grassi. I cibi cuociono nel loro liquido di cottura trattenendo tutte le sostanze nutritive esaltando tutti i profumi e i sapori di verdure, spezie e aromatiche fresche. Per chi non ama il microonde, è possibile cuocere le pietanze in vaso anche a bagnomaria, prolungando i tempi di cottura. Per la cottura al microonde, occorrerà dotarsi di vasetti appositi, reperibili molto facilmente nei negozi di casalinghi, ipermercati oppure online! Io ho trovato dei vasetti della Weck, di varie dimensioni e forme, dotati di gancetti in metallo (tranquilli, sono perfetti per il microonde e non fanno scintille!) e guarnizione in gomma. Esistono anche di altre marche, altrettanto validi, li vende persino l’Ikea!

Certamente non tutti i vasetti in vetro sono adatti alla cottura a microonde (credo sia ovvio, ma meglio precisare che non sono adatti quelli con il coperchio a vite in latta o metallo), pertanto occorrerà sincerarsi che quelli di cui si dispone lo siano per evitare scintille durante la cottura. Per i Weck (li ho trovati in un supermercato a prezzi davvero bassi) io utilizzo quattro gancetti al posto dei due in dotazione, per essere certa che il coperchio si sigilli bene e che la pietanza cuocia sottovuoto.  Ho visto diverse videoricette a proposito, visionato il libro di Cristian Mometti e seguito un blog di cucina e relativo gruppo su Facebook che ne parla in maniera approfondita. Dopo le prime prove, mi sono resa indipendente dalle ricette sul web, poiché ho capito le capacità del mio microonde e come in effetti si comportano i cibi secondo questa cottura. Certamente occorre tenere bene a mente alcune regole base: bisogna evitare sbalzi termici (non cuocere direttamente pietanze congelate perché il vetro potrebbe rompersi, specie se fosse già danneggiato o scheggiato) e prestare molta attenzione quando si apre il vasetto: la fuoriuscita di vapore potrebbe scottarvi le dita!

Con questa tecnica, al momento, ho provato molti tipi di verdure, melanzane, ratatouille, caponatina, piselli in umido, pomodori, sughi di verdura, scalogni caramellati, peperonata, pollo, pesce, patate. Mi restano ancora molto esperimenti da fare (riso, ragù, carne rossa e dolci, ad esempio!) che certamente non si faranno attendere, vista la mia curiosità e la facilità con la quale in pochi minuti si ottengono piatti semplici, gustosi, leggeri e profumatissimi! L’ho detto anche sui social, questo metodo di cottura da dipendenza: ieri ho sfornato, se così si può dire, la bellezza di 4 vasetti quasi contemporaneamente. Dico quasi perché mi è stato consigliato, comunque, di cuocere un vasetto alla volta. Nel giro di 25 minuti ho preparato la cena di ieri e il pranzo di oggi! Eh si, perché le pietanze sottovuoto restano buone e sicure anche per alcuni giorni! Per togliere il sottovuoto occorrerà rimuovere i gancetti e inserire nel microonde per 2-3 minuti il vaso: in questo modo, scaldandosi la pietanza, all’interno del vasetto si creerà vapore che spingerà delicatamente verso l’alto il tappo chiuso a pressione e si riuscirà ad aprire perfettamente senza sforzo. Per ogni approfondimento tecnico, rimando al blog sopracitato che spiega davvero tutto bene con dovizia di particolari. E io che sono ancora una neofita continuo a sperimentare! 😉

Ecco la ricetta delle mie patate al curry, un contorno in umido pronto con soli 6 minuti di cottura + 20 minuti di riposo!

 

Patate al curry

INGREDIENTI PER UN BARATTOLO (2 PERSONE)

  • 3 patate medie
  • 3 cucchiai di acqua (oppure 2 di acqua e uno di vino bianco)
  • Curry a piacere
  • 1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva
  • Timo, rosmarino, aglio a piacere
  • Sale
  • Pepe

Patate al curry

Preparazione

  1. Sbuccia le patate e tagliale a tocchetti non troppo piccoli. Inseriscile in vaso (ricordati che occorre dotarsi di vasi per vasocottura, facilmente reperibili nei supermercati) insieme ai condimenti, tutto a crudo. Mescola con un cucchiaio, chiudi ermeticamente il vaso con guarnizione e ganci in dotazione e cuoci al microonde per 6 – 6,5 minuti a 800 watt.
  2. Durante la cottura si creerà un sottovuoto che permetterà alle verdure di cuocersi come fossero in pressione.
  3. Lascia riposare 20 minuti prima di aprire il vaso. Il tempo di riposo è fondamentale, poiché le verdure continueranno a cuocere.
  4. Per aprire facilmente il vasetto, rimuovi i ganci e inseriscilo nuovamente in microonde per 2,5-3 minuti, per togliere il sottovuoto.
  5. Apri il vaso facendo attenzione al vapore bollente che fuoriuscirà, lascia intiepidire e gusta il contorno.
  6. Puoi preparare questo piatto con largo anticipo, conservarlo in frigo per qualche giorno e aprire il vasetto solo al bisogno.
  7. Al posto delle patate, puoi cuocere con la stessa tecnica anche melanzane, una ratatouille, peperonata, zucchine trifolate (sempre 6 minuti di cottura a 800 watt).

Queste patate restano morbide, succose e non si disfano! Il condimento è saporito, pur avendo pochissimo olio!

Arriveranno altri miei esperimenti, buonissimi, garantisco! 😉

*gelso*

Print Friendly