Close

Dorayaki mini alla nutella

Dorayaki mini alla nutella (2)

Dorayaki mini alla nutella (2)

Una merenda giapponese da provare!

Per la merenda o la colazione di grandi e piccini ho provato una ricetta fantastica della grande Sonia Peronaci: i dorayaki alla nutella! Volevo stupire i miei piccoli ospiti con qualcosa di nuovo, morbido, cioccolatoso e semplice da realizzare e da maneggiare, una soffice alternativa al pane e nutella che ricorda i pancakes americani; così ho realizzato dei dorayaki di piccole dimensioni, a misura di bambino, e li ho farciti con tanta crema di cacao e nocciole.

I veri dorayaki giapponesi, quelli di Doraemon per intenderci, sono farciti con una golosa crema a base di fagioli rossi che ricorda una confettura di marroni come consistenza e sapore: ho avuto modo proprio ieri di assaggiare il mio primo vero dorayaki giapponese! Adoro entrambe le versioni, quindi, armati di frullino, padella e spatola e prepariamoli insieme!

separatore

Dorayaki mini alla nutella

INGREDIENTI PER CIRCA 10 DORAYAKI MINI (20 dischetti di circa 5-6 cm accoppiati a due a due)

  • 150 g di farina 00
  • 3 uova medie
  • 80 g di zucchero
  • 60 g di acqua
  • 30 g di miele
  • 4 g di lievito per dolci
  • Nutella o marmellata per farcire

Tutti i passaggi

PREPARAZIONE

  1. Dividi i tuorli dagli albumi. Utilizza preferibilmente uova a temperatura ambiente.
  2. Monta gli albumi con una planetaria o con uno sbattitore; quando gli albumi cominciano a diventare bianchi, aggiungi un terzo dello zucchero, continua  a montare e aggiungi il resto dello zucchero in altre due volte. Quando otterrai  un composto cremoso, ma non troppo montato, aggiungi i tuorli uno ad uno e il miele a filo. Se il tuo miele di fosse solidificato, è possibile riscaldarlo qualche secondo in microonde o bagnomaria e aggiungerlo liquido al composto, ma non caldo.
  3. Unisci la farina e il lievito ben setacciati e lavora dal basso verso l’alto con una spatola, quindi introduci l’acqua a temperatura ambiente e a filo: dovrai ottenere una pastella corposa, ma piuttosto fluida, altrimenti non riuscirai a modellare dei cerchi perfetti.
  4. Scalda una padella per crepes o una padella antiaderente senza aggiungere grassi e cuoci dorayaki ponendo sulla superficie calda un cucchiaio di composto per ognuno (nel caso di dorayaki grandi puoi usare un mestolino). Il primo dorayaki non riuscirà, proprio come succede per i pancakes o le crepes! E’ la legge delle crepes! Non ti preoccupare, tieni il fuoco medio basso e ricomincia da capo. Cuoci i dorayaki un minuto per lato senza schiacciarli con la spatola, quindi trasferiscili su un piatto a raffreddare. La superficie dovrà diventare dorata ma non eccessivamente brunita (altrimenti risulterà amara) e il bordo dovrà risultare più chiaro.
  5. Farciscili con la crema di cacao e nocciole o con della marmellata  a tua scelta e accoppiali a due a due come se fossero piccoli sandwiches. Gusta immediatamente, oppure copri con pellicola e conserva i dolcetti per massimo 2 giorni. Se i dorayaki induriscono, puoi riscaldarli 20” al microonde prima di gustarli, sembreranno appena fatti!

doraemon_dorayakis

Consigli in più:

Ho preparato questa ricetta tre volte di seguito, non si nasce “imparati”! La seconda volta mi sono dimenticata di aggiungere l’acqua prima della farina: con l’errore ho notato invece che, aggiungendo l’acqua alla fine, la pastella risulta leggermente più fluida e la superficie dei dorayaki in cottura resta perfetta e priva di increspature e irregolarità.

Inoltre, ti consiglio di cuocere 4-5 dorayaki per volta su padella calda e non unta, pulendola dopo ogni giro di cottura con della carta assorbente asciutta per eliminare eventuali residui di frittella bruciacchiata che potrebbero risultare poi amari o danneggiare la superficie dei dorayaki seguenti, oltre che nuocere alla salute. Tieni sempre d’occhio la temperatura della padella!

Si vede che sono morbidissimi e golosissimi? Te ne allungo uno, vuoi favorire?

Dorayaki mini alla nutella (1)

Print Friendly